L’Hockey su Pista o Hockey a Rotelle

hockey su pistaTra i vari tipi di hockey è possibile trovare l’hockey su pista che è uno sport di squadra nato in Inghilterra nella seconda metà dell’800 ed è più noto con il nome di hockey a rotelle in quanto viene giocato dai giocatori che indossano i classici pattini a rotelle.

L’hockey su pista è molto diffuso in Sud America e nell’Europa Centro Meridionale e fa parte del programma di giochi mondiali.

L’hockey su pista, rispetto all’hockey su ghiaccio, si distingue per una connotazione tecnica maggiore e per le tattiche di gioco più complesse.

Il gioco si svolge tra due squadre ognuna delle quali è composta da 5 giocatori che devono colpire la palle con la parte curva del bastone anche se la si può toccare con ogni altra parte del corpo ad eccezione delle braccia, fatta eccezione per il portiere.

Simile all’hockey a rotelle è quello con i pattini con 4 rotelle allineate che è chiamato Hockey Inline.

Queste le principali differenze fra l’hockey su pista o a rotelle e l’hockey inline:

L’hockey su pista non ammette il contatto fisico tra i giocatori e presenta un numero minore di protezioni a differenza di quello inline che permette il contatto fisico e, quindi, necessita di maggiori protezioni.

Mentre nell’hockey su pista si usa la palla, nell’hockey inline si usa un dischetto simile a quello dell’hockey su ghiaccio.

Nell’hockey inline si usa un bastone identico a quello dell’hockey su ghiaccio, mentre nell’hockey su pista il bastone presenta l’estremità più corta e arrotondata.

Per quanto riguarda il regolamento dell’hockey su pista, esso è stato redatto dalla Feration Internationale de Roller Sports e consiste in 31 articoli. Il gioco si svolge su di una pista di pattinaggio lunga 40 metri e larga 20 con barriere di protezione lungo il perimetro e reti protettive lungo i lati minori.

La Storia dell’Hockey su Pista

storia hockey su pistaIn Italia, l’hockey su pista cominciò a diffondersi agli inizi del ‘900 ed il primo torneo ebbe luogo nel 1912.

Il gioco si diffuse rapidamente a Milano e poi, via via, prima della guerra, a Torino, Genova, Vercelli, Modena, Firenze, Padova, Venezia e Novara dove si poteva pattinare ed apprendere tutto il necessario da sapere sul nuovo sport.

Nel dopoguerra, poi, si ebbe il boom dell’hockey su pista e nel 1920 si decise di istituire una federazione di hockey e pattinaggio: la Federazione Italiana Pattinaggio a Rotelle. Nel 1926, poi, la Federazione Hockey si staccò da quella del pattinaggio.

L’hockey crebbe molto durante il periodo fascista anche grazie al terzogenito del dittatore che amava molto tale sport.

L’apice massimo dell’hockey fu raggiunto tra gli anni ’70 e ’90 e nel 1987 fu organizzato, anche, il primo torneo nazionale di hockey femminile.

Tuttavia, proprio negli anni ’90 la popolarità dell’hockey cominciò a diminuire messa anche in crisi da varianti come l’hockey inline ed altre per poi, però, riaumentare intorno al 2000 con la vittoria, soprattutto, degli Europei del 2014.

Ad ogni modo, la diffusione dell’hockey su pista sul territorio italiano non è proprio omogenea ed è particolarmente apprezzato in Veneto, Lombardia, Piemonte, Friuli, Emilia, Campania, Puglia, Basilicata e pochi altri.