Il Bandy: sul Ghiaccio su un Campo Grande come quello di Calcio

Un gioco molto somigliante a quello dell’hockey sul ghiaccio è il gioco noto come Bandy. Questo è uno sport di squadra giocato più tradizionalmente nell’Europa del Nord e cioè in Russia, Svezia, Finladia e Norvegia.

Il bandy vede due squadre composte da 11 giocatori affrontarsi su un campo di gioco ghiacciato grande quanto un campo di calcio. Lo scopo del gioco è quello di segnare un punto lancianco una palla nella porta avversaria tramite una speciale mazza. Molto somigliante all’hockey, ma qui il portiere non ha una mazza e para con le mani.

18 sono le regole del gioco che vengono applicate in qualsiasi categoria anche se nei campionati giovanili, seniores e femminili vi sono delle modifiche.

In campo, i giocatori del Bandy sono 11, di cui uno è il portiere proprio come nel calcio, mentre 4 sono le riserve a disposizione. Per qualsiasi problema, comunque, una squadra non può giocare con meno di 8 giocatori.

I portieri, ovviamente, sono gli unici a poter prendere la palla con le mani e le braccia, ma solo all’interno della propria area di porta. Tutti i giocatori sono tenuti a proteggersi con casco e protezione per la bocca, mentre il portiere deve proteggere l’intera faccia. Tutti, inoltre, devono indossare i pattini e usare le mazze, mentre il portiere non ha la mazza. Pattini, mazze e divise devono essere di colori diversi da una squadra ad un’altra e da quelle degli ufficiali di gara.

Ogni squadra potrà fare quante sostituzioni desidera e queste avverranno senza che il gioco venga fermato e, quindi, sono dette sostituzioni volanti. L’unica cosa è che deve uscire dal campo prima il giocatore sostituito e poi entrare la riserva, altrimenti si rischia un’espulsione temporanea di 5 minuti.

Le partite di bandy sono dirette da un arbitro che prende tutte le decisione e che può essere aiutato da uno o due assistenti.

La partita dura due tempi da 45 minuti ognuno con un’intervallo fra un tempo e l’altro di 15 minuti. A tenere il tempo è l’arbitro che può anche decidere di dare del recupero per il tempo perso con sostituzioni, infortuni o altri tipi di interruzioni del gioco.

Nel caso in cui dopo i tempi regolamentari, la partita termini in parità si andranno a giocare due tempi supplementari di 15 minuti ognuno e se ancora il risultato sarà in equilibrio si passerà al golden goal dove a vincere sarà la prima squadra in grado di passare in vantaggio.