Le Regole dell’Hockey su Ghiaccio

regole hockeyL’International Ice Hockey Federation è l’organismo internazionale a cui fanno riferimento tutte le competizioni ufficiali di hockey su ghiaccio e, quindi, chi prepara il regolamento ufficiale.

La versione attuale è quella che ha sostituito il vecchio regolamento del 2006 e si divide in 5 sezioni: Regole del Gioco; Squadre, giocatori ed equipaggiamento; Campo da Gioco; Arbitri e Obblighi; Penalità più altre annotazioni generali in appendice.

La National Hockey League, però, presenta delle differenze rispetto al regolamento della International Ice Hockey Federation e, quindi, è l’unico campionato con un regolamento proprio diviso in 10 sezioni.

Regole del Gioco

Una partita di hockey su ghiaccio dura 60 minuti ed è divisa in tre tempi, che sono detti anche terzi, ognuno dei quali dura 20 minuti.

60 minuti, però, sono il tempo effettivo di gioco, mentre una partita in realtà dura circa il doppio in quanto dopo ogni terzo c’è una pausa di 15 minuti.

Nell’hockey su ghiaccio, a differenza di altri sport, non esiste il pareggio e, quindi, se alla fine dei minuti regolamentari la partita è in pareggio si gioca un tempo supplementare della durata di 20 minuti che termina appena una delle due squadre segna.

Nel caso in cui dopo il tempo supplementare le due squadre dovessero essere ancora in parità, allora la partita viene decisa ai rigori o i tempi supplementari vanno ad oltranza a seconda del campionato.

Nel caso in cui la squadra sia vincente nei 60 minuti regolamentari avrà 3 punti, mentre solo 2 dopo il tempo supplementare o i rigori. Nessun punto andrà alla squadra perdente a meno che non abbia perso dopo il tempo regolamentare, in tal caso la squadra perdente avrà 1 punto.

Quasi ovunque, i campionati sono decisi con il meccanismo dei play off in cui si qualificano le migliori del girone. In genere, la squadra migliore della stagione regolare affronta, al primo turno, la peggiore delle qualificate e via via tutte le altre. Le vincenti passano al turno successivo fino alla finale.

Campo da Gioco dell’Hockey su Ghiaccio

campo di hockey su ghiaccioIl campo da gioco, più correttamente detto pista, è una superficie ghiacciata di forma rettangolare lunga fra i 56 e i 61 metri e larga tra i 26 e i 30 metri. Intorno a tutta la pista c’è una balaustra su cui si trova una protezione in plexiglas per proteggere il pubblico e dietro le porte vi è una rete di protezione supplementare.

Le porte sono larghe 183 cm e alte 122 cm e i montanti sono colorati di rosso. Intorno alla porta è segnata un’area di porta semicircolare.

Il campo è diviso in 3 zone da delle linee blu nel senso della larghezza che distinguono la zona d’attacco dalla zona neutra e la zona di difesa.

La zona neutra è divisa da una linea rossa che è la linea di metà campo e al centro di essa che è il centro della pista vi è il punto di ingaggio con il cerchio di ingaggio. Tenete presente che i cerchi di ingaggio sono 5: uno al centro di ogni zona e due in ognuna delle zone difensive.

All’altezza della zona neutra, all’esterno della balaustra, si trovano le panchine delle due squadre e di fronte si trovano cronometristi e la panca dei puniti.

Giocatori ed Equipaggiamento nell’Hockey su Ghiaccio

equipaggiamento hockey su ghiaccioIl massimo dei componenti di una squadra di hockey su ghiaccio è di 22 di cui 2 sono portieri.

Durante una partita si possono avere sul campo solo 6 giocatori per squadra e cioè 5 giocatori di movimento ed un portiere, anche se in situazioni particolari il portiere può essere sostituito da un giocatore di movimento.

In genere, una squadra per ritenersi completa deve avere a propria disposizione 3 portieri, 10 difensori e 8 attaccanti. Inoltre, vi deve essere un capitano ed anche due capitani alternativi che sono segnalati, rispettivamente, con sul petto una C o una A. Il capitano della squadra è l’unico a poter dialogare con gli arbitri per capire le loro decisioni.

Giocando sul ghiaccio, ci possono essere spesso degli infortuni e, quindi, il gioco dell’hockey prevede un equipaggiamento protettivo per i giocatori. Quindi, a parte pattini e bastone i giocatori dovranno indossare un casco con visiera, guanti, una protezione per la nuca, una per la laringe e una per la bocca ed i paradenti. Inoltre, ci sono protezioni per le spalle e la cassa toracica.

I portieri, invece, dovendo parare il disco sparato ad alte velocità hanno dei pattini speciali, un bastone più spesso, un casco con una maschera a griglia, dei gambali, un guanto dotato di scudo ed un guanto da presa.

L’arbitro

arbitro hockey su ghiaccioIn una partita di Hockey su Ghiaccio, gli ufficiali di gara sono 1 o 2 arbitri e due guardalinee.

Essi indossano dei pantaloni neri ed una maglia a strisce verticali bianco e nera e il primo arbitro ha una fascia rossa su entrambe le braccia che permette di identificarlo.

L’arbitro e i guardalinee sono davvero importanti nel gioco dell’hockey. Il primo ha il controllo generale del gioco, dei giocatori e sugli altri ufficiali di gara, mentre i guardalinee controllano i falli, il fuorigioco e la liberazione vietata andando ad assistere l’arbitro.

Inoltre, ci sono speaker e cronometrista, ma anche un giudice per il punteggio con degli eventuali assistenti ed un giudice addetto al replay che può essere chiamato in causa in casi specifici per aiutare l’arbitro.

Inoltre, ci sono anche due giudici di porta che segnalano il gol con l’accensione di una luce rossa o l’annullamento con l’accensione di luce verde.

Le Penalità

penalità hockey su ghiaccioNell’hockey su ghiaccio esistono vari tipi di penalità e, ovviamente, sono decise dagli arbitri.

Le penalità più comuni sono l’ostruzione, lo sgambetto, il bastone alto, l’aggancio con bastone, il ritardo del gioco, il colpo col bastone, la carica irregolare, la carica da dietro, la gomitata, la condotta antisportiva, la trattenuta ed altre.

Ogni penalità è indicata con un determinato gesto dall’arbitro e la sua durata è a discrezione dell’arbitro. La penalità minore è di 2 minuti, mentre la maggiore di 5 e la penalità disciplinare di 10. Tra le penalità si conta anche il rigore.

Le penalità di 2, 5 e 10 minuti, quindi, vengono scontate dai giocatori in panca puniti e la loro squadra viene lasciata momentaneamente in inferiorità numerica. Mentre, per le penalità maggiori, il giocatore si accomoda in panchina e la squadra gioca con un uomo in meno per un massimo di 5 minuti, mentre per il resto del tempo di penalità anche se il giocatore non potrà scendere in campo sarà sostituito da un compagno.

L’unico giocatore a non finire mai in panca puniti è il portiere che porta a pagare la penalità subito a un compagno di squadra. Se la penalità è però maggiore o si tratta di una seconda penalità disciplinare il portiere viene immediatamente espulso.